Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for Mag 2011

Il nostro programma di volontariato nelle scuole si è concluso (per quest’anno) con un intervento pratico che gli sudenti delle scuole di Castelletto di Brenzone (VR) hanno fatto nell’infermeria dell’istituto, dove sono ospitate un centinaio di suore anziane e malate. In seguito agli incontri c’era stato già un bel fermento di abbracci gratuiti… (vedi foto sotto la porta di un’aula).

Abbiamo anche saputo dagli insegnanti che vari ragazzi, in occasione del loro compleanno, hanno iniziato la “bella moda” di chiedere che non si spendano soldi per regali, ma invece di aiutare con la somma equivalente qualche associazione o una situazione bisognosa. E poi… c’è stata la commovente e sentita mattinata a fare scenettte, cantare e abbracciare le suore dell’infermeria, tante con anni di insegnamento alle spalle, spesso in campi di missione all’estero. A volte erano i ragazzi a intrattenere le suore, ma a volte erano le suore a intrattenere tutti noi… e ci hanno fanno morire di risate!

Annunci

Read Full Post »

Tony&friends sono tornati a far visita ai detenuti delle carceri di Rijeka, che hanno riso, partecipato alle scenette, si sono commossi ascoltando le nostre canzoni, insomma, hanno apprezzato più che mai questa visita e non vedono l’ora che si ripeta. In tanti casi, basta davvero poco…

Read Full Post »

Con i ragazzi della casa dello studente di Lovran abbiamo dedicato il 14 e 15 maggio a trasformare le pareti bianche del loro refettorio in uno spettacolo accogliente e magico di colori. Da un lato la consueta immagine del “cuore che fa il giro del mondo” (siamo arrivati a quota 20!) e dall’altro 2 finestre che si aprono su tipici paesaggi croati, uno costiero e l’altro collinoso. Da posti così provengono la maggior parte degli studenti. Grazie allo staff del centro per come ci hanno accolto e assistito e agli studenti che hanno partecipato, per il loro entusiasmo!

Read Full Post »

(Nota: Una bellissima storia vera, un pò lunga, ma merita di essere letta).

La mia storia inizia un giorno d’agosto del 2007, in vacanza nella mia Croazia. Era una giornata piovosa e avevamo deciso di andare a trovare i miei nonni che abitano in collina. Durante il ritorno abbiamo scelto di prendere una scorciatoia che ci riportasse al campeggio dove eravamo alloggiati. In una delle tante curve, improvvisamente da sotto mi vedo arrivare una macchina targata Varese che, causa l’asfalto bagnato esce fuori dalla propria corsia e ci viene addosso. Premetto che già di mio sono una che teme tantissimo gli incidenti e averne appena subito uno mi sconvolge parecchio. Sono uscita dalla macchina molto spaventata e mi sono trovata davanti tre ragazze e un ragazzo che si sono voluti immediatamente accertare che stessimo bene. Il ragazzo che era al volante e mio marito si misero in macchina per fare la costatazione amichevole. Io, tremante, spaventata, fradicia dalla pioggia sono stata avvolta dal calore di tre angeli. Tre angeli che con un’estrema delicatezza e sensibilità hanno rotto quel muro di sgomento costruito durante l’incidente.
Mi hanno fatto parlare, mi hanno chiesto delle vacanze, mi hanno fatto ridere per la loro simpatia e unicità. Alla fine di questo episodio sono rimontati tutti in macchina e una dice: “Ma non ci siamo nemmeno presentati… allora io sono ???? , lei e’ ???? e lui e’ ???? ” e tirano fuori dei nomi assurdi e buffi, dei nomi unici come possono essere solo i nomi clown. Avevo appena conosciuto dei volontari clown in missione in Croazia!
Da quel momento in poi le mie vacanze hanno preso una nuova piega: Dopo il mio ritorno a casa, parlavo delle ferie non per il mare pulito e azzurro, non per la scorpacciata di pesce e non per l’esperienza in campeggio durante le giornate piovose, ma le raccontavo per l’incidente avuto (come se mi fosse successa una cosa bellissima) con delle persone speciali!
Caro Michele e care ragazze, un fatto negativo me l’avete fatto vivere come un’esperienza positiva, avete saputo dissolvere la nube tempestosa del momento… Voi, in quel momento, avete buttato il seme che circa un anno dopo, a novembre dell 2008, è germogliato in Žuta Minuta e che giorno dopo giorno sta fiorendo con tantissimo entusiasmo in questa meravigliosa associazione clown che si chiama VIP (Viviamo In Positivo) Vicenza.
Ogni volta che indosso il mio naso rosso mi vesto di quello spirito di positività che mi avete regalato quel giorno d’agosto. Ogni volta che entro in una stanza dell’ospedale e trovo persone addolorate o spaventate per quello che stanno vivendo, cerco, in punta di piedi e con tutta la dolcezza che mi appartiene, di sconfiggere almeno per un attimo quella barriera che uno si crea in determinate situazioni, proprio come voi avete fatto con me.
Ho deciso di rintracciarvi, ho deciso di telefonarvi (sconfiggendo così la mia timidezza) e ho deciso di mandarvi questa mail per condividere con voi la mia esperienza come testimonianza che la positività è un virus contagioso, del quale io sono rimasta affetta dopo il nostro scontro-incontro.
Grazie per le persone che siete e che mi avete fatto diventare… un incidente ha cambiato la mia vita in meglio!
Un abbraccio forte forte!
Irina

(Nota: sotto sono riportate le risposte a questa mail, da parte degli amici clown di Varese).

Un enorme grazie quindi a Irina-Žuta Minuta per quanto mi/ci ha regalato e un invito a passare a trovarci qualora giungesse dalla nostre parti. Un abbraccio a voi tutte/i e… a presto. Michele- Clown Simpa

…. E chi se lo dimentica quello scontro-incontro!
Ricordo benissimo quel pomeriggio di ritorno dalla spiaggia… in macchina a ridere, scherzare, cantare e poi boom in quella curva! Ci siamo davvero spaventate, ma effettivamente il sorriso e la semplicità hanno trasformato quel momento in un qualcosa di bello. Mi mancano quei momenti, mi manca una vacanza come quella passata tutti insieme.
Grazie per questo legame speciale, per quegli sguardi speciali!
Un abbraccio Patty- Clown romoletto

Ragazzi che emozione! Sono rimasta davvero senza parole nel leggere questa mail!

E’ una storia in pieno stile clown oserei dire… potrebbe essere un aneddoto da raccontare ai nuovi corsi clown, da tramandare ai posteri, non possiamo tenerla per noi, dobbiamo divulgarla al mondo intero!

Anch’io quel giorno ero rimasta sorpresa dalla prontezza di spirito con la quale i clown-vacanzieri avevano affrontato la situazione, perchè osservavo la scena da poco più avanti coi miei compagni di viaggio (un pò preoccupata a dire la verità).
Questo messaggio è davvero la ciliegina sulla torta di una bella giornata! Martina-Clown Tonsilla

Ho letto tutto d’un fiato e più leggevo più gli occhi mi si bagnavano… ma che bello! E’ un’emozione unica! Mi sembra così incredibile che sia potuto succedere e così magicamente stupendo! E’ proprio vero, ogni giorno, in ogni momento ognuno di noi semina e qualcuno raccoglie… e nascono dei fiori bellissimi!

Un bacione grande grande. Valentina- Clown Spagnoletta

Ma che gioia nel leggere questa testimonianza!

Intanto grazie Irina-Žuta Minuta , grazie per aver condiviso con noi, grazie per questo messaggio che mi ha emozionato tantissimo, grazie per averci riportato a quella bellissima vacanza clown, grazie perchè quello che ci hai ricordato è così importante  perchè è straordinario il filo sottile che si espande quando questo famoso “virus” di cui parli te si diffonde…

Grazie a Michele-Clown Simpa che ci ha proposto questa vacanza clown, a Paolo e Anna e tutti di Per un mondo migliore che ci hanno accompagnato in quella settimana…

Che gioia immensaaaaaaaaaaaaa! Speriamo davvero di incontrare la nostra Irina-Žuta Minuta…

Vi voglio bene e come ci insegna lo spirito clown che la gioia ci perseguiti, oggi domani in tutti i momenti che ci sembrano così neri, ma che non lo sanno ‘sti momenti neri che il nero è solo uno e i colori sono TANTISSIMI? Barbara- Clown Finestrina

Foto sotto: la magia del naso rosso…

Read Full Post »

Tappa finale del percorso didattico nelle scuole del comprensorio di Bardolino (VR): la realizzazione del nostro murales della pace con l’aiuto di circa 1000 studenti! E’ stata un’impresa non da poco, che ha richiesto parecchia organizzazione da parte del personale delle scuole e un bel po’ di colore e sudore… L’entusiasmo dei bambini e ragazzi che hanno partecipato era prorompente e ci ha dato la carica per tener duro fino alla fine. Vari amici sono venuti a darci una mano, Serena da Trento, Patrizio e Laura da Verona, per non parlare dei tanti genitori e passanti che si sono fermati ad “ammirare” i lavori in corso e a incoraggiarci. Davvero una settimana indimenticabile!

Foto sotto: il cartellone con i vari murales già realizzati in Italia, Croazia, Bosnia e Sudafrica…

Con Emanuela, fedele amica e segretaria delle scuole, che ci ha seguito in tutte le fasi del progetto. Foto scattata davanti al murales presso la scuola elementare di Bardolino.

Martedì sera, primo murales finito a Bardolino.

Giovedì: secondo murales completato presso la scuola elementare di Colà.

Foto di gruppo con i bimbi di Colà.

Terzo e ultimo murales, completato sabato a Lazise.

Read Full Post »

di Elvis (17 anni)

Stiamo tornando da Vojnic, Paolo, Anna, Maggie, io e due compagni della mia età. Missione compiuta! Abbiamo fatto visita e portato aiuti alimentari, vestiario e medicine a 6 famiglie. Aiutare qualcuno che sta peggio di te è davvero una gran bella emozione.

Nelle foto: medicinali per Angia, che oltre che aver perso la vista a causa del diabete in seguito ai traumi della guerra, ha contratto una grave forma di psoriasi.

Elvis, Zvonko e Emil felici di aiutare!

Un po’ di animazione nelle case…

Avevamo un bel carico!

Read Full Post »